Fidel – Finanza dell’ente locale

Print Friendly, PDF & Email

La gestione attiva del debito e gli strumenti finanziari per gli Enti Locali
La diminuzione continua dei trasferimenti finanziari dallo Stato Centrale agli Enti Locali e il progressivo processo di decentramento di funzioni derivante dall’applicazione dei principi di sussidiarietà ha portato in primo piano la centralità della gestione finanziaria all’interno di Comuni, Province e Comunità Montane.
La capacità di utilizzare correttamente gli strumenti della finanza innovativa e di operare una corretta gestione attiva del debito, infatti, è divenuta fondamentale sia per il reperimento di risorse finanziarie capaci di aiutare a risolvere le eventuali criticità di cassa, sia per l’individuazione delle fonti di finanziamento maggiormente convenienti per la realizzazione degli investimenti, spesso ingenti, che il perseguimento dell’interesse pubblico e del miglioramento della qualità della vita richiede.
L’introduzione negli Enti Locali e in tutte le Amministrazioni Pubbliche di logiche finanziarie avanzate, tuttavia, richiede professionalità adeguate, capaci di analizzare le proposte provenienti dagli intermediari finanziari di ogni natura, di gestire correttamente il processo di attivazione degli interventi e di governare e monitorare le operazioni in essere.
Il corso ha cercato di rispondere a queste esigenze attraverso un approccio teorico e pratico integrato che consente ai partecipanti sia di approfondire la comprensione teorica degli argomenti, sia di potenziare le skill applicative necessarie per operativizzare i concetti appresi.

OBIETTIVI
Lo scopo del corso è stato di:
– Approfondire l’impatto dell’evoluzione dalla finanza derivata alla finanza propria sulla gestione finanziaria dell’Ente Locale e le sfide derivanti dal federalismo fiscale
– Approfondire la conoscenza del quadro normativo che regola gli strumenti finanziari nella pubblica amministrazione e dei cambiamenti intervenuti attraverso le ultime leggi finanziarie
– Approfondire gli aspetti gestionali, contabili ed economici implicati dall’utilizzo degli strumenti finanziari
– Sviluppare conoscenze approfondite sul funzionamento dei mutui e delle obbligazioni
– Trasferire adeguati strumenti operativi per effettuare una valutazione di convenienza tra indebitamento tramite mutui o tramite obbligazioni
– Approfondire le conoscenze sul funzionamento dei principali strumenti finanziari derivati
– Approfondire le conoscenze sul funzionamento della cartolarizzazione
– Accrescere le conoscenze sul funzionamento della finanza di progetto

METODOLOGIE DIDATTICHE
I contenuti del corso sono trasmessi sia attraverso il ricorso a metodologie tradizionali (lezione frontale con supporto di slide e di dispense didattiche), sia attraverso esercitazioni e lavori di gruppo che consentiranno ai partecipanti di svolgere una simulazione e di applicare gli strumenti di analisi e valutazione appresi a dei casi concreti.
Successivamente alla conclusione dell’intervento formativo in aula, è stato inoltre possibile accedere, attraverso la formalizzazione di uno specifico accordo, ad un periodo di formazione-assistenza on the job della durata di 11 mesi.

DESTINATARI
Il corso è destinato a dirigenti e funzionari coinvolti nella gestione finanziaria degli Enti Locali.

CONTENUTI
I contenuti del corso, articolati in quattro unità didattiche, toccano sia gli aspetti normativi che quelli tecnici delle operazioni di finanza innovativa.
In parallelo alla formazione d’aula (durante la quale sono proposti esempi ed esercitazioni pratiche), viene svolta una attività di laboratorio attraverso la quale i concetti appresi sono applicati ad un caso concreto.

DOCENTI
Il corso è tenuto, per la fase d’aula, da docenti esperti della materia; la fase di laboratorio e l’eventuale fase di training on the job sono curate da un consulente-esperto che accompagna i partecipanti lungo tutto il percorso di formazione-intervento.