La gestione del paesaggio marino nelle politiche di sviluppo del territorio

Print Friendly, PDF & Email

Il progetto
Le coste della Campania per la loro bellezza e per le forti problematiche relative alla loro tutela, gestione e valorizzazione sono state oggetto di molti interventi, tra i quali spicca l’istituzione delle Aree marine protette. E’ proprio a queste, ed in particolare alle Aree marine Protette di Punta Campanella, del Regno di Nettuno, di Punta Infreschi e del parco Sommerso di Baia e Gaiola che si rivolge il percorso formativo implementato da Stoà e finanziato dal Ministero dell’Ambiente. Il progetto assume particolare rilevanza alla luce della programmazione regionale 2007-2013, che vede la risorsa mare come uno degli ambiti strategici fondamentali e prevede cospicui stanziamenti a favore di parchi e aree protette. L’obiettivo non è solo accrescere le competenze specialistiche dei partecipanti ma, anche e  soprattutto, di sviluppare delle competenze relazionali che li mettano in condizione di creare rete tra loro e con gli altri soggetti pubblici, privati e del privato-sociale operanti sul territorio.

Descrizione e durata del corso
Il corso è articolato in una prima fase teorica di otto giornate da sette ore l’una in cui verranno affrontate le problematiche di gestione e di tutela delle Aree Marine Protette. Le lezioni verteranno, in particolare sui seguenti argomenti:
1. Sviluppo e sostenibilità ambientale
2. Diritto dell’ambiente
3. Gestione e pianificazione del territorio costiero e marino
4. Politiche di finanziamento
5. Pratiche e promozione della sostenibilità
6. Comunicazione ambientale e promozione dei luoghi
7. Lotta all’inquinamento e bonifica degli idrocarburi
8. Cooperazione interistituzionale

A queste seguiranno due giornate di visite a Enti ed Istituzioni, che saranno state individuate come best practice nel settore di riferimento, in quanto distintesi nel settore della pianificazione ambientale e nell’implementazione di forme innovative di coordinamento fra le esigenze produttive e quelle di tutela e valorizzazione delle coste.
Al termine di questa esperienza, si svolgeranno sette giornate dedicate alla fase laboratoriale on the job durante la quale i partecipanti, in rete tra loro e sotto la guida di consulenti esperti, svilupperanno progetti finalizzati a implementare concretamente le competenze acquisite.

Destinatari
Il Programma formativo, si configura come un programma multi-target. Se, infatti, l’intero percorso formativo è destinato agli operatori (dipendenti e consulenti) delle aree marine protette ed a soggetti del terzo settore che collaborano con queste aree, è previsto anche il coinvolgimento dei rappresentanti degli organi di governo delle aree marine protette che saranno invitati, su indicazione dei responsabili delle aree protette, a partecipare ad alcuni momenti ritenuti di particole importanza.