Risorsa cultura: modelli internazionali di management dei beni culturali

Print Friendly, PDF & Email

P.O.R. Campania 2000/2006
Misura 6.4 FSE – Tipologia di azione: 5.5 Tipologia di progetto: 5.5.2

Periodo
Novembre 2003-luglio 2004

Obiettivi
Il progetto si incentra sull’analisi delle migliori pratiche internazionali di promozione, valorizzazione, qualificazione e gestione dell’offerta culturale territoriale, al fine di individuare dei modelli di sviluppo che, basandosi sulle esperienze di successo, siano implementabili nelle aree geografiche campane. Il percorso formativo, infatti, intende trasmettere le competenze necessarie per costruire un nuovo modello di governance dello sviluppo.
I partecipanti vengono, inoltre, sensibilizzati sui più recenti orientamenti del mercato dei beni culturali e sulle caratteristiche della domanda di cultura , al fine di progettare delle iniziative culturali che tengano conto che “il consumo è sempre più guidato e motivato da un bisogno di espressione individuale e di credibile rappresentazione di sé…. In poche parole il consumo è diventato uno strumento per affrontare ogni giorno un unico problema: costruire la propria identità.” (Michela Bondardo).

Destinatari
Il progetto è rivolto a 90 dirigenti e funzionari, operanti presso il Comune di Napoli, la Provincia di Napoli ed alcuni dei Comuni compresi nel territorio provinciale, impegnati sul fronte della gestione, valorizzazione e promozione del patrimonio storico artistico territoriale.

Struttura del corso
I formandi, suddivisi in 3 aule da 30 componenti ciascuna, seguono un ciclo di 4 lezioni frontali. Terminata la fase d’aula i partecipanti, suddivisi in 9 gruppi da 10 componenti ciascuno, sono impegnati in una fase operativa (training on the job) di otto incontri. Ogni gruppo partecipa a due viaggi-studio (uno in Italia ed uno all’estero) per analizzare le best practice relative ai project work individuati.

Durata
Dal 17 novembre 2003 a luglio 2004. Le lezioni si sono svolte dalle 9:00 alle 13:00 nei giorni stabiliti dal calendario distribuito ai partecipanti.

Metodologia didattica
Le lezioni frontali sono caratterizzate da una metodologia attiva, privilegiando l’interazione fra docenti e platea. Nella fase del training on the job si predilige l’operatività dei gruppi, impegnati nella realizzazione di un project work.

Formazione d’aula
I 90 partecipanti, suddivisi in 3 aule da 30 componenti ciascuna, hanno partecipato ad un programma di lezioni frontali:
Strumenti di analisi strategica per il settore dei beni culturali
Il marketing territoriale
La qualità dei servizi ed il miglioramento continuo
Benchmarking

Project work
Il lavoro di gruppo si è svolto su due piani di analisi:
macro: aree di orientamento strategico dell’offerta (studio-osservazione)
micro: processi/progetti da analizzare e confrontare (benchmarking)
Ciascun gruppo opera su un’area macro, cercando di comprendere le logiche di innovazione e miglioramento dell’offerta territoriale e, nel contempo, analizza un micro progetto/processo di propria competenza.
Le macro aree di intervento sono:
1. Riqualificazione del water-front urbano: iniziative e risultati attesi
2. Pianificazione, programmazione e controllo delle iniziative culturali urbane/territoriali
3. Reti di musei
4. Evoluzione dei modelli di servizio e organizzativi delle biblioteche pubbliche
5. I finanziamenti per le attività culturali
6. La creazione di un “centro di qualità” per l’implementazione dell’offerta culturale
7. Valorizzazione delle arti minori
8. Evoluzione degli ecomusei
9. Riuso sostenibile delle strutture: esempi eccellenti

Sulla base delle macro aree di intervento, i project work realizzati sono:
1. Dal decentramento al coordinamento: le biblioteche comunali di Napoli
2. Il riuso del patrimonio artistico immobiliare (musei e heritage) in un’ottica strategico manageriale
3. Individuazione e pianificazione delle fonti di finanziamento delle attività di sviluppo, promozione e valorizzazione delle strutture culturali
4. L’avvio di un recupero di qualità nella gestione dei servizi culturali, nei sottosistemi archeologico, difensivo, portuale, rurale, religioso
5. La rete integrata dei musei civici napoletani
6. La valorizzazione culturale del waterfront dell’area Napoli est
7. La valorizzazione del sistema naturalistico ambientale: l’Ecomuseo
8. Pianificazione, valutazione, programmazione e controllo dell’offerta culturale in un sistema integrato
9. Rilevazione, catalogazione e valorizzazione del patrimonio artistico culturale “minore” (itinerari storico-artistici, beni librari, archivistici e bibliotecari scarsamente valorizzati).

Visite di studio
In base ai progetti ed ai casi di eccellenza analizzati nella fase di benchmarking, sono state individuate le mete delle visite di studio: Torino e Genova, per l’Italia, Barcellona e Dublino, per le visite all’estero.

TORINO
19-20 aprile 2004:
Incontro con dott. Pietro Verri – Direttore Torino Internazionale
Incontro con dott.ssa Anna Martina per presentazione progetto ATRIUM
visita guidata ad ATRIUM
Incontro con il dott. Adriano Da Re – Direttore Amministrativo Fondazione Torino Musei
Incontro con il Dott. De Biaggi – Direttore Settore Pianificazione Aree Protette Regione Piemonte
Incontro con dott. Messina – Direttore Divisione Biblioteche Comune di Torino
Incontro con dott. Jallà – Direttore del Museo Civico di Torino
Incontro con dott. Cigliuti – Direttore Divisione Servizi Culturali Comune di Torino

GENOVA
20-22 giugno 2004
visita guidata al Palazzo Rosso – Polo Museale Comunalenormal_barcelona-046.jpg
visita guidata al Porto Antico
incontro con il Dott. Sergio Noce – Direttore Generale del Comune di Genova
incontro con l’ing. Cricchio – Porto Antico S.p.A.
incontro con la dott.ssa Anna Castellano – Assessore Marketing e Comunicazione del Comune di Genova
incontro con la sig.ra Tiziana Ginocchio – Resp. Marketing e Comunicazione del Comune di Genova
incontro con il dott. Marco Galeotti e la dott.ssa Serena Fittabile – Genova 2004
incontro con il dott. Guido Gandino e la dott.ssa Tina Russo – Settore Musei

BARCELLONA
28-30 giugno 2004
Benvenuto ai partecipanti e presentazione dell’ICUB (Institute of Culture of Barcelona) a cura di Oriol Balaguer – Managing Director ICUBbarcelona1.png
Incontro con Judit Avinyó – Director Sponsorship Department ICUB
Incontro con Francesc Fabregat – Director Festival and Traditions Department ICUB – e Josep Fornés, Museu Etnològic
Incontro con Jordi Carbonell – Director of “Forum Ciutat”, attività dell’Universal Forum of Cultures – Barcelona 2004
Carles Giner – New projects and Prospective Department ICUB
Visita all’Ecomuseo Urbà Castel Rubì ed incontro con la Diretrice, Miss Carme Fernàndez

DUBLINO
5-7 luglio 2004
Visita al City Hall, accompagnati da Ms. Sarah Moore, organizzatrice delle attività culturali dell’edificio per conto del Dublin City Council
Incontro con Mrs Máire Kennedy direttrice della Pearse Street Library
Visita al Trinity College – Book of Kells Exhibition, accompagnati da Ms. Anne Marie Diffley, curatrice del settore mostre del Trinity College.