Master in Archeological Management (ARM)

Print Friendly, PDF & Email

Periodo: feb. 2003 – gen.2004

Obiettivi
Il Master ARM è un programma formativo realizzato da Stoà con l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale ed in collaborazione con Federculture – Cultura, Turismo, Sport e Tempo libero, Ente Ville Vesuviane, ALES- Arte Lavoro e Servizi S.P.A, Tecno In srl e Apoikia srl.

Obiettivo del progetto è stato di avviare giovani laureati in discipline umanistiche alle nuove professioni legate all’evoluzione del settore Beni Culturali.
In particolare, il master ha formato figure professionali impegnate nella salvaguardia e nell’integrazione dei Beni Archeologici, nello sviluppo e nella promozione del territorio locale, nazionale ed internazionale, che sappiano:
– gestire grandi risorse archeologiche (parchi, musei) promovendo la loro corretta integrazione nello sviluppo socio-economico e culturale;
– coordinare le imprese impegnate in grandi opere di trasformazione del territorio e gli organi preposti alla tutela dei beni archeologici;
– concorrere alla elaborazione di corrette strategie di intervento, in base ai rilievi stratigrafici e alla relativa documentazione specialistica
– organizzare e la gestire le attività degli organismi ed istituti di ricerca, dei musei e dei parchi
– applicare le metodologie di progettazione integrata, monitorare la programmazione regionale/europea, elaborare studi di fattibilità, l’utilizzare l’Information Technology quale strumento per favorire la cooperazione tra il mondo delle imprese, quello della ricerca, quello degli Enti Pubblici, a livello locale e nazionale, e degli organismi internazionali.
 
Profilo professionale
La figura professionale di riferimento è quella del project manager nei Beni Archeologici che coniughi un sistema di competenze strettamente tecniche ad una serie di abilità trasversali. Il manager delle risorse archeologiche, dotato di conoscenze anche di tipo economico e tecnico-gestionali, costituisce una figura professionale di raccordo e di coordinamento in grado di favorire l’integrazione di differenti soggetti (Imprese, Pianificatori, Progettisti, Urbanisti, Enti Locali Territoriali, Soprintendenze) impegnati nella gestione delle grandi risorse archeologiche.

Sbocchi professionali
Le opportunità lavorative per il diplomato ARM possono essere individuate presso: gli enti locali territoriali, istituzioni nazionali e regionali con competenza sui Beni Archeologici, consorzi tra imprese, imprese operanti nel settore archeologico (imprese di scavo, società di consulenza, imprese di servizi per la geo-archeologia), organismi internazionali (Ministeri, Antichità Nazionali, UNESCO,) impegnati nelle politiche locali. A tal fine sarà rilevante la vasta rete di rapporti e di collaborazioni, nazionali e internazionali, degli istituti promotori e la fase di stage prevista nell’attività curriculare.

Programma
La fase d’aula è articolata in tre Term:
I Term: Il territorio. Spazio pubblico e spazio privato. Arte e artigianato. Topografia e tecniche di documentazione. Le scienze della terra. General Management
II Term: Dallo scavo al museo. Il restauro. Management dei parchi archeologici e dei beni culturali. Project Management
III Term: Beni archeologici e progettazione territoriale. Informatica. Management dei parchi archeologici e dei beni culturali. Cultural Heritage e territorio: tra locale e globale. Diritto dei beni culturali.

A supporto delle attività d’aula sono state realizzate visite di studio presso imprese del settore.

Soggetto Proponente: Università degli Studi di Napoli L’Orientale

Soggetto Attuatore: STOA’

Partner del progetto
Ente Ville Vesuviane
Federculture, Cultura, Turismo, Sport e Tempo Libero
ALES – arte Lavoro e Servizi S.p.A.
Tecno In S.r.l.
APOIKIA S.r.l.
 
Il Master è stato finanziato dal MIUR nell’ambito del PON per le Regioni dell’Obiettivo 1 – Ricerca Scientifica, Sviluppo Tecnologico, Alta Formazione 2000-2006 – Avviso n. 4391/2001. I destinatari sono stati giovani laureati inoccupati e residenti nelle aree dell’Obiettivo 1. Sono state assegnate borse di studio per 13 allievi.