Al via le iscrizioni al corso per tecnici superiori per l’innovazione di processi e prodotti meccanici nel campo delle nuove tecnologie per il Made in Italy. Pubblicato il nuovo bando ItsMaMe, il percorso di formazione post diploma dedicato alla specializzazione nel settore della manifattura meccanica (Ma.Me, per l’appunto).
Il corso, che inizierà a settembre, formerà progettisti di strutture in composito per l’automotive e l’aerospazio. Una figura professionale altamente innovativa, specializzata nella progettazione e applicazione di materiali compositi in campo aeronautico, con competenze anche sui processi di fabbricazione dell’industria automobilistica.
Il corso è rivolto a 24 diplomati che, alla data di scadenza del bando, non abbiano compiuto 35 anni. Avrà una durata di 1.800 ore, di cui 800 di attività di stage. Almeno metà dei docenti proverrà dal mondo dell’industria.
Il progetto è realizzato dalla Fondazione ITS Manifattura Meccanica, di cui sono soci fondatori l’Istituto tecnico industriale statale Eugenio Barsanti (Istituto di riferimento), il Polo Tecnico Fermi-Gadda, l’Istituto tecnico industriale statale Ettore Maiorana, l’Istituto statale di istruzione superiore Attilio Romanò, Stoà – Istituto di Studi per la direzione e gestione d’impresa, il Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Abete srl, Adler Plastic spa, Tecno Tessile Adler srl, Dema spa, Laer spa, Novotech Aerospace Advanced Technology srl e il Comune di Pomigliano d’Arco.
“E’ una grande opportunità per i giovani – spiega Enrico Cardillo, direttore generale dell’Istituto di studi per la direzione e gestione d’impresa Stoà – perché questo nuovo modello di formazione prepara i ragazzi sulla base delle esigenze reali delle imprese. Ai corsisti assicura l’acquisizione di nuove competenze e la possibilità reale di uno sbocco occupazionale, alle aziende di trovare profili professionali adeguati e al territorio di crescere in termini di produttività e competitività”.
La Fondazione, presieduta da Luca Scudieri, ha il sostegno di Aerotech srl, Aidaa – Associazione Italiana di Aeronautica e Astronautica, Avio spa, Cmc srl, Confindustria Benevento, Consorzio Scia Scarl Supply Chain Industria Aeronautica della Campania, Dallair srl, Di Lodovico srl, Ennegi@ srl, Epica srl, Distretto Aerospaziale Campano, Fondazione Its per la Mobilità Sostenibile Aerospazio Puglia, Fu.Al., iLabs srl, Innova Plast srl, La.M.M. Lavorazioni Meccaniche Metalliche srl, Mact, Materias, Pcs Progettazione Costruzione Stampi, Sistema Campania, 3DnA.
Il progetto è finanziato dalla Regione Campania con i fondi Por-Fse 2014/2010.

Scarica il bando
Scarica la domanda